16,  Hall 4,  programme

Giovedì 16 Maggio 2019 H4

Location 4 – Palazzo Comitini, Sala Martorana

8.30.-10.30

Sessione 8

La diversità delle culture alimentari Mediterranee e dei sistemi culinari come driver per la rivitalizzazione della dieta Mediterranea, nel contesto dei sistemi alimentari sostenibili nella regione Mediterranea

Obiettivo: contribuire a comprendere meglio la sostenibilità dei sistemi alimentari Mediterranei in relazione alle culture locali, alle produzioni, alle cucine, alle gastronomie e agli stili di vita, come risorsa eccezionale prodotta localmente in contesti culturalmente locali, in e per la regione del Mediterraneo.

Co-presieduto da Xavier  F..Medina, ICAF, Universitat Oberta de Catalunya (UOC); George Baourakis, Direttore, CIHEAM-Chania.

Intervento d’apertura:  Sandro Pappalardo, Assessore Regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo

Interventi:

La diversità delle culture alimentari Mediterranee e dei sistemi culinari Françoise Aubaile. Museo dell’Uomo. Parigi;

Vecchi concetti, nuovi concetti, diversità e cambiamento; idee sulla “dieta Mediterranea” da una prospettiva biosociale

Helen Macbeth. Oxford Brooke’s Università di. Oxford.

Il modello Tunisino come componente della diversità alimentare della cultura e delle pratiche culinarie Mediterranee.

Sonia Mlayah Hamzaoui, Istituto Nazionale del Patrimonio di Tunisi;

Approcci e strumenti innovativi per realizzare un’agricoltura e sistemi alimentari sostenibili nel Mediterraneo

Parviz Koohafkan, World Agricultural Heritage Foundation;

Esplorando i collegamenti tra dieta e paesaggio nel Mediterraneo

Alexandre Meybeck, CIFOR; Vincent Gitz, CIFOR

Rivitalizzazione della dieta Mediterranea attraverso il turismo: il caso della qualità Premium dei prodotti alimentari

 George Baourakis, CIHEAM-Chania.

10.30-11.00 COFFEE BREAK

11.00 -13.00 SESSIONI PARALLELE

Side event 1

Un networking euromediterraneano per il con­sumo alimentare sostenibile e strategie di pro­duzione che utilizzano la dieta Mediterranea per la prevenzione delle malattie croniche non trasmissibili

Coordinato da Ordine dei Medici, Palermo

Interventi:

Stato della Salute nei paesi dell’area del Mediterraneo

Giuseppe Disclafani, Ordine dei Medici, Palermo

Quale ruolo della dieta mediterranea nella prevenzione delle malattie croniche non trasmissibili

Salvatore Verga, Policlinico, Università degli Studi, Palermo

Cute e dieta mediterranea

Salvatore Amato, Presidente Ordine dei Medici, Palermo

Stili di vita e prevenzione delle malattie croniche non tra­smissibili

Ligia Dominguez, Policlinico, Università degli Studi, Palermo

Programma di certificazione della dieta mediterranea

Alberto Firenze, Policlinico, Università degli Studi, Palermo

Intervento pre-ordinato

Ruolo della dieta Halal e Kosher

Musa Awad Hussein, ASL RM B, Roma

TAVOLA ROTONDA

Intervengono:

Salvatore Amato, Presidente Ordine dei Medici, Palermo

Mohamed Bekkat Berkani, COMEM

Adam Darawsha, COMEM

Mojina Dourandish, COMEM

Luigi Galvano, Segretario Regionale FIMMG

Musa Awad Hussein, COMEM

Raimondo Ibba, COMEM

13-00 14.30 LUNCH

14.30 -16.30  SESSIONI PARALLELE

Sessione 13
Ricerca e Innovazione come forze trainanti verso Sistemi Alimentari più Sostenibili nel Mediterraneo
Obiettivo: illustrare le principali iniziative di ricerca e innovazione e le loro prospettive per promuovere sistemi alimentari più sostenibili nei paesi del Mediterraneo.

Co-presieduto da Mouin Hamze, Segretario Generale General, CNRS, Lebano; Francesco Loreto, Direttore, Dipartimento di Biologia, Agricoltura e Scienze Alimentari
(DiSBA), CNR, Italia; Teodoro Miano, Vice-Presidente, CIHEAM;
Facilitatore: Giuseppe Provenzano, UfM.

Interventi:
Risorse primarie Confini planetari: una visione olistica del nesso acqua-energia-cibo-salute per il Mediterraneo orientale
Rabi Mohtar, Università Americana di Beirut;

New Era in risolvere la carenza di acqua Water per l’ agricoltura e sistemi alimentari che utilizzano la tecnologia verde: dalla teoria alle applicazioni nella regione MENA
Ramia Albakain, Università della Giordania
Conservazione delle risorse genetiche per il miglioramento di un’agrobiodiversità sostenibile nei paesi del Mediterraneo meridionale
Olfa Saddoud Debbabi, INRAT, Tunisi
Le frontiere della bioeconomia nell’area mediterranea
Mauro Gamboni CNR – Dipartimento di Biologia, Agricoltura e Scienze Alimentari, Roma

PRIMA- Partnership per la ricerca e l’innovazione nell’area del Mediterraneo
Angelo Riccaboni, PRIMA/Università di Siena
BLUEMED- Iniziativa di ricerca e innovazione per l’occupazione e la crescita blu nell’area Mediterranea

Angelo Bonanno, CNR e BLUEMED CSA

16.30-17.00 COFFEE BREAKS

17.00 – 19.00  SESSIONI PARALLELE :

Sessione 14

Sessione 15 

17.00-18.00

Far fronte alle perdite e agli sprechi alimentari nel Mediterraneo attraverso sistemi alimentari più sostenibili

Obiettivo: discutere le azioni che possono portare a “vittorie veloci” e / o a strategie a lungo termine per ridurre le perdite e gli sprechi alimentari, allentare la pressione sulla scarsità d’acqua e contribuire a migliorare la sostenibilità dei sistemi alimentari, dalla produzione al consumo, nella regione Mediterranea.

Open Discussion

Presieduto da Jamie Morrison, Direttore/Programme Strategico Sistemi Alimentari,  FAO

Interventi:

Un approccio di sistema alle perdite alimentari per la sostenibilità e una migliore nutrizione

Jorge M. Fonseca, FAO

Cambiamenti dietetici, prevenzione e riduzione degli sprechi alimentari, diversificazione dei sistemi agricoli verso un mare Mediterraneo sostenibile. Lorenzo Ciccarese, ISPR

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *