II Conferenza Mondiale sulla Dieta Mediterranea

La Seconda Conferenza Mondiale sulla Rivitalizzazione della Dieta Mediterranea, che si terrà a Palermo dal 15 al 17 Maggio 2019ha lo scopo di identificare le piu’ appropriate strategie capaci di fornire soluzioni alle criticità presenti nel contesto del miglioramento della sostenibilità degli ecosistemi e dei sistemi alimentari, della sicurezza alimentare e della salute nell’intera regione del Mediterraneo, rivitalizzando la Dieta Mediterranea come modello di dieta sostenibile, con specifiche variazioni locali, in grado di collegare sostenibilmente consumi, produzioni, territori, qualita’, sicurezza alimentare, ecosistemi ed innovazione.  La Conferenza Mondiale a Palermo si prefigge di continuare a rafforzare il dialogo sulla sostenibilita’ e sicurezza alimentare tra i Paesi del Nord e del Sud-Est Mediterraneo, cruciale nello scenario attuale Mediterraneo e globale.

 

Il Mediterraneo è visto attualmente come un mare che divide, ma nella Dieta Mediterranea si ritrovano uniti Paesi culturalmente diversi che hanno abbracciato questo modello alimentare, senza per questo snaturare l’identità di ciascun di essi.  Nei Paesi della regione Mediterranea,  l’insicurezza alimentare, la crescente malnutrizione per difetto e per eccesso, i cambi climatici, la globalizzazione, l’urbanizzazione, la crescente instabilità sociale hanno sempre più un impatto negativo sulla salute delle popolazioni e sulla sostenibilità delle risorse naturali ed umane.

 strong>

Partendo dalla salvaguardia dell’ecosistema marino Mediterraneo fortemente compromesso e dalla valorizzazione del pesce azzurro e della pesca artigianale, come simbolo della rivitalizzazione della Dieta Mediterranea, questa Conferenza Mondiale si prefigge di catalizzare e consolidare un più ampio multi-stakeholder interesse verso i molteplici benefici sostenibili della Dieta Mediterranea:

  • Riconosciuti e ben documentati benefici sulla salute e sulla nutrizione, nella prevenzione delle malattie croniche, nella riduzione della spesa sanitaria pubblica e nel miglioramento complessivo della qualità di vita (well-being);
  • Basso impatto ambientale e ricchezza in biodiversità, apprezzamento del valore della biodiversità, riduzione della pressione sulle risorse naturali e mitigazione dei cambiamenti climatici;
  • Positivi ritorni economici sui territori, sviluppo sostenibile territoriale, riduzione della povertà rurale;
  • Alto valore sociale e culturale del cibo, riduzione degli sprechi alimentari, crescita del rispetto reciproco, recupero identitario, inclusione sociale ed empowerment del consumatore.

OBIETTIVI

  • partendo dalla salvaguardia dell’ecosistema marino e dall’aree rurali, Identificare le criticita’ e le piu’ opportune strategie atte a superare tali criticita’ per il  miglioramento della sostenibilità dei sistemi alimentari, agricoli e ittici dei paesi Mediterranei,  con particolare riguardo  su ricerca, formazione ed innovazione, con attenzione  ai consumatori, alle filiere produttive , ai piccoli e medi produttori e ai pescatori artigianali.
  • Presentare, best practices e lessons learned, (quali SeaFood dell’Assessorato all’Agricultura, Sviluppo Rurale e della Pesca del Mediterraneo della Regione Siciliana, FED Formazione-Educazione-Dieta programma regionale Siciliano, etc.) rivolte al miglioramento della qualità e della sostenibilita’ dei prodotti alimentari caratteristici della Dieta Mediterranea e della formazione degli operatori e dei consumatori;
  • Promuovere la creazione di un “Mediterranean Multistakeholder Sustainable Food Systems Forum”, come iniziativa permanente,  un “open framework” di dialogo interdisciplinare rivolto ad identificare sinergie e i punti di leva atte a intercettare le criticita’ e promuovere l’avvio di clusters multi-stakeholder per  progetti di ricerca, d’innovazione, formazione,  educazione e communicazione, con particolare attenzione alle eccellenze alimentari dei territori e delle piccole e medie aziende di tutti i Paesi  del Mediterraneo, favorendo  congiuntamente l’adozione della Dieta Mediterranea come uno stile di vita sano e sostenibile.

Per Maggiori informazioni: dernini@iamb.it

La Società DIAITA per gli stili di vita grazie al vice presidente Giuseppe Carruba ha ottenuto il riconoscimento di Partner ufficiale dell’evento. 

 

Share