Benvenuti

Benvenuti,

E’ nostro speciale privilegio ospitare a Palermo la Seconda Conferenza mondiale sulla rivitalizzazione della Dieta Mediterranea – “Strategie verso sistemi alimentari più sostenibili nella regione mediterranea. La Dieta Mediterranea come volano per colmare il consumo e la produzione di cibo in modo sostenibile e sano “.
La Conferenza si svolge sotto gli auspici della Regione Siciliana, la Città di Palermo, il Centro Internazionale di Studi Agronomici Mediterranei Avanzati (CIHEAM), l’Unione per il Mediterraneo, la Fondazione Internazionale della Dieta Mediterranea (IFMeD), il Ministero degli Affari Esteri e la Cooperazione Internazionale, il Ministero delle Politiche Agricole Forestali, il Ministero della Salute e la Federazione Europea delle Società di Nutrizione.
È organizzata dal Forum delle Culture del Mediterraneo e dal CIHEAM-Bari, e gestito dall’associazione Società DIAITA per gli Stili di Vita come Segreteria Organizzativa, in collaborazione con gli Assessorati Regionali Siciliani dell”Agricoltura e della Pesca Mediterranea, della Salute, dell’Istruzione e della Formazione, del Turismo, con l’Ordine dei Medici e con il Consiglio Nazionale delle Ricerche ( CNR) – Dipartimento di Biologia, Scienze Agrarie e Alimentari, il Consiglio per la Ricerca e l’Economia Agricola (CREA) e l’Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l’Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile (ENEA).
È inoltre organizzato in associazione con l’Unione Internazionale delle Scienze Nutrizionali (IUNS), la Commissione Internazionale di Antropologia dell’Alimentazione e della Nutrizione (ICAF), la Società Italiana di Nutrizione Umana (SINU), la Socità Francese di Nutrizione (SFN), la Società Spagnola di Nutrizione Comunitaria (SENC), l’Università della La Sapienza-Roma, l’Università di Las Palmas de Gran Canaria, la FIN, la Socxietà per l’Educazione Nutrizionale e Comportamentale, UOC Cattedra UNESCO in Educazione e Tecnologia per il Cambiamento Sociale, il Centro Internazionale per la Ricerca Agricola nelle Aree Asciutte (ICARDA), la Rete Italiana per il Dialogo Euro-Mediterraneo (RIDE-APS) e la Fondazione Anna-Lindt-Rete Italiana.
La conferenza di tre giorni, che sarà ospitata in quattro magnifici luoghi storici nel cuore di Palermo, il Teatro di S. Cecilia, la Galleria d’Arte Moderna, l’Archivio Storico Comunale e il Palazzo Comitini/S. Elia ospiterà 18 sessioni tematiche come forum aperto di discussione sui quadri concettuali e sugli approcci metodologici più appropriati per migliorare la sostenibilità del consumo e della produzione di cibo nei paesi del Mediterraneo, utilizzando la dieta mediterranea come volano sostenibile e salutare per il benessere umano e ambientale della generazione presente e futura.
In particolare, le seguenti 18 sessioni tematiche verranno condotte:

18 SESSIONI TEMATICHE

  • 1. Soluzioni per far fronte alle migrazioni giovanili, all’agricoltura e allo sviluppo rurale sostenibile nella regione mediterranea: condivisione delle conoscenze, sviluppo delle capacità e formazione come forze trainanti per il passaggio verso sistemi alimentari mediterranei più sostenibili
  • 2. Soluzioni per far fronte alla malnutrizione, alla prevenzione primaria e alla nutrizione pubblica nella regione mediterranea
  • 3. Soluzioni per far fronte agli impatti di carenza idrica, degrado del suolo e cambiamenti climatici sui sistemi alimentari mediterranei
  • 4. Verso la sostenibilità della pesca mediterranea: progetti sostenibili di pesca su piccola scala e acquacoltura nei paesi mediterranei
  • 5. Agricoltura sostenibile, agro-ecologia e sviluppo di catene di valore per l’alimentazione sostenibile nella regione mediterranea
  • 6. Ricerca e innovazione come forze trainanti per il cambiamento verso sistemi alimentari più sostenibili nella regione mediterranea
  • 7. La sfida dei sistemi di alimenti biologici che collega produzione e consumo sostenibili nella regione mediterranea
  • 8. Far fronte alle perdite e ai rifiuti alimentari nel Mediterraneo attraverso sistemi alimentari più sostenibili
  • 9. Diete sostenibili: collegare nutrizione e sistemi alimentari nel Mediterraneo attraverso la biodiversità
  • 10. La diversità delle culture alimentari mediterranee e dei sistemi culinari come driver per la rivitalizzazione della dieta mediterranea nel contesto dei sistemi alimentari sostenibili nella regione mediterranea
  • 11. Evoluzione della dieta mediterranea nel XXI secolo come una dieta sostenibile per le generazioni presenti e future
  • 12. Lezioni apprese da diversi studi sulla dieta sostenibile: dieta giapponese, nuova dieta nordica e dieta mediterranea
  • 13. Appello, accettazione, adozione di uno stile di vita sostenibile e sostenibile della dieta mediterranea attraverso l’educazione, la comunicazione e l’acquisizione dei consumatori
  • 14. Comprensione dell’ambiente alimentare nel Mediterraneo: interconnessioni tra diete sostenibili e sistemi alimentari sostenibili
  • 15. Patto per la politica alimentare urbana di Milano: sistemi alimentari urbani e periurbani sostenibili nelle città del Mediterraneo
  • 16. Verso una piattaforma di sistemi alimentari sostenibili multi-stakeholder all’interno della rete One Planet delle Nazioni Unite nel Mediterraneo per accelerare gli SDG dell’Agenda 2030 nella Regione
  • 17. Un contributo mediterraneo per l’ambiente e lo sviluppo sostenibile in co-sviluppo al “Vertice delle due rive”
  • 18. Connettere i paesi del Mediterraneo: dall’Expo 2015 di Milano all’Expo 2020 di Dubai attraverso il canale di Suez

Le sessioni tematiche contribuiranno allo sviluppo del documento tecnico di base della Conferenza: “La chiamata di Palermo del 2019 per un’azione comune nel Mediterraneo verso sistemi alimentari mediterranei più sostenibili. CAMBIAMENTO DI PERCORSO: un cambiamento trasformazionale nella regione”, che sarà pubblicato alla conclusione della Conferenza.

Oltre alle sessioni tematiche, 4 SIDE EVENTS saranno organizzati:

  1. Un Network dei Paesi EuroMediterranei per il consumo alimentare sostenibile e strategie di produzione che utilizzano la Dieta Mediterranea per la Prevenzione delle malattie croniche non trasmissibili, coordinato da: Ordine dei Medici di Palermo.
  2. Sicilian Sea Food e Donne di Mare, coordinato da: Dipartimento Pesca Assessorato Regionale Agricoltura.
  3. Formazione per il Training for the Agri-Food Sector in Sicily, coordinato da: Assessorato Regionale dell’Istruzione e della Formazione Professionale.
  4. Educazione Alimentare e Formazione per un Futuro più Salutare, Coordinato da: DASOE Assessorato Regionale Salute

Oltre ai contenuti scientifici e culturali della Conferenza, rimarrai affascinato dalla visita di Palermo, la capitale regionale della Sicilia. La nostra città è un luogo storico unico, pervaso da un’atmosfera magica, un luogo di mistero e fascino che va oltre l’immaginazione e le aspettative dei viaggiatori con il suo incredibile mix di culture lontane e dominazioni perfettamente amalgamati in un crogiolo estremamente accogliente. Esci e fai una passeggiata nelle labirintiche stradine acciottolate del suo centro sttorico, uno dei più grandi d’Europa, visita i mercati storici di fama mondiale (Vucciria, Ballarò, Capo) ed assapora la straordinaria varietà di colori, voci e cibi di strada, trascorri qualche ora lungo la costa, dallo splendido porto turistico di Mondello, all’Addaura, Vergine Maria, Arenella, fino a S. Erasmo e Acqua dei Corsari, goditi lo spettacolo del promontorio Pellegrino, seduto sull’erba del Foro Italico, esattamente come fece Johann Wolfgang von Goethe durante il suo Viaggio in Italia: “Monte Pellegrino, con i suoi numerosi contorni eleganti, in piena luce; a sinistra la costa, con le sue baie, gli istmi e i promontori, che si estendono lontananza … il più bel promontorio del mondo”. Quasi ogni angolo di Palermo è pieno di tesori artistici, specialmente quelli appartenenti all’architettura arabo-normanna. Nel 2015, la Palermo arabo-normanna e le cattedrali vicine sono state riconosciute come patrimonio mondiale dell’UNESCO: “Un esempio eccezionale di sincretismo socioculturale tra culture occidentali, islamiche e bizantine. Questo interscambio ha dato vita a un’espressione architettonica e artistica basata su nuovi concetti di spazio, struttura e decorazione che si diffondono ampiamente in tutta la regione mediterranea … L’innovativa rielaborazione di forme, strutture e materiali architettonici e il loro patrimonio artistico, decorativo e iconografico – i mosaici a tessere ricchi e vasti, i pavimenti in opus sectile, gli intarsi, gli elementi scultorei, i dipinti e gli arredi – celebrano la feconda convivenza di persone di origini diverse “. Diversi quartieri di Palermo sono anche ricchi di meravigliose chiese barocche e palazzi e ville in stile Liberty, molti dei quali sono stati progettati dal famoso architetto Ernesto Basile, tra cui il Grand Hotel Villa Igea. In questo contesto, l’imponente Teatro Massimo Vittorio Emanuele è di gran lunga il più grande teatro d’opera d’Italia e uno dei più grandi d’Europa: vi catturerà con la sua facciata antica e neoclassica e le sue decorazioni con una varietà di motivi pompeiani che imitano gli ornamenti classici greci . Nel 2018, Palermo è stata la capitale italiana della cultura e ospita la dodicesima edizione di Manifesta, il festival itinerante d’arte contemporanea più prestigioso d’Europa. Palermo è una città autentica, dove antiche usanze e storia antica si mescolano con l’intrattenimento culturale e l’innovazione hi-tech: Palermo ama accogliere i suoi visitatori con la sua insuperabile ospitalità.

A nome delle istituzioni organizzatrici, siamo lieti di invitarvi ad unirvi a noi a Palermo in occasione di questi dialoghi transdisciplinari internazionali.